Cooperative di credito e imprese italiane nella seconda fase della crisi

Aree di ricerca: Teoria economica
Categorie pubblicazione: Rapporti di ricerca, Rapporto Italia, Edizione 2015
Tags: cooperative, strumenti finanziari, credito, rapporto Italia

Il perdurare della crisi ha determinato profonde variazioni nei rapporti tra banche e imprese. Da un lato, le condizioni dei mercati finanziari e la struttura degli attivi patrimoniali delle banche ha risentito fortemente della crisi dei debiti sovrani e delle stringenti regole operative poste dagli enti di controllo nazionali ed europei, dall’altro, le condizioni di domanda calante, almeno per quanto riguarda il mercato interno italiano, hanno portato ad aggravamenti delle condizioni operative delle imprese con effetti rilevanti sull’economicità e sulle condizioni finanziarie.
Una conseguenza di rilievo è stata la brusca riduzione dei flussi di credito concessi al sistema produttivo, cui hanno fatto seguito mutamenti degli assetti organizzativi e regolamentari delle banche, dei modelli di valutazione dei rischi e del merito di credito e dei processi selettivi delle imprese, nonché delle specializzazioni produttive e dei processi innovativi.

Il presente documento fa parte del Terzo rapporto Euricse | 2015 “Economia cooperativa. Rilevanza, evoluzione e nuove frontiere della cooperazione italiana”.

x