Le determinanti delle performance delle diverse forme di impresa tra il 2004 e il 2012

Aree di ricerca: Misurazione e Impatto
Categorie pubblicazione: Rapporti di ricerca, Rapporto Italia, Edizione 2015
Tags: statistiche, cooperative, resilienza, fatturato, rapporto Italia

Mentre, durante la crisi, la tendenza delle cooperative a crescere più delle altre forme di impresa è già stata ampiamente dimostrata, mancano ancora sia un confronto con gli anni pre-crisi che un’analisi sull’intero periodo dei fattori da cui dipende questa diversità di comportamento. Al fine di iniziare a compensare queste lacune si è estesa il più possibile l’analisi, prendendo in considerazione tutte le cooperative, spa e srl (indipendentemente dal livello di fatturato) con bilancio non consolidato caricato nella banca dati Aida-Bureau van Dijk in ciascuno degli anni coperti dal dataset, ovvero dal 2004 al 2012. Si sono inoltre scomposte le variazioni con il metodo dell’analisi shift and share al fine di individuare le determinanti dei differenziali nei tassi di crescita delle diverse forme di impresa.
I risultati di questo breve studio risultano estremamente interessanti. In particolare, si riscontra empiricamente come le performance di cooperative e società di capitali tendano a differenziarsi proprio nelle fasi di crisi, con le cooperative che, a differenza delle società di capitali (soprattutto delle srl) assumono un comportamento decisamente anticiclico.

Il presente documento fa parte del Terzo rapporto Euricse | 2015 “Economia cooperativa. Rilevanza, evoluzione e nuove frontiere della cooperazione italiana“.

x